Maneggiare un drago barbuto

Maneggiare un drago barbutoI draghi barbuti devono essere abituati in modo gentile e graduale alla nostra presenza e ad essere maneggiati. Personalmente vi consigliamo di stressare gli animali il meno possibile quindi, una volta abituati, maneggiateli solo ed esclusivamente per i normali controlli sanitari o solo in caso di reale necessità.
Le pogone vitticeps non sono come cani e gatti e non amano i contatti prolungati con l’uomo. Se per voi questo tipo rapporto con il pet è imprescindibile orientatevi su altri animali.

I draghi barbuti appena nati o i baby di qualche settimana sono molto fragili e soggetti a facili schiacciamenti. Vi consigliamo quindi di iniziare a maneggiarli solo quando raggiungono una taglia di almeno 10 centimetri e di farlo in modo frequente ma per brevi periodi durante tutta la giornata.

Stabilite un primo contatto con i piccoli draghi barbuti cercando di nutrirli dalla vostra mano, con movimenti lenti, magari con una fogliolina di verdura o con una camola della farina. Vedrete che dopo i primi tentativi anche il più timido dei soggetti si avvicinerà alla mano per mangiare.

Se in un eccesso di reattività l’animale dovesse salire sulla vostra mano, ponete l’altra lentamente sopra la pogoncina in modo da evitare qualsiasi fuga. Ricordate che i piccoli draghi barbuti possono ferirsi molto seriamente se cadono su superfici dure.

Non dimenticate inoltre di fare attenzione agli sbalzi termici: i draghi barbuti possono surriscaldarsi e rischiare addirittura la morte se lasciati troppo a lungo esposti ai raggi del sole senza la possibilità di un riparo all’ombra. Allo stesso modo evitate di esporli alle basse temperature perché congelerebbero.

Fate attenzione a non lasciare libere all’aperto le vostre pogone vitticeps o come molti a portarle appollaiate sulle vostre spalle se siete all’esterno. Possono cadere o spaventarsi e fuggire via velocemente. Una volta liberi i draghi barbuti costituiscono una facile preda per cani, gatti, uccelli e non ultime le automobili.
Esistono in commercio delle pettorine per rettili, ma come detto in precedenza, vi sconsigliamo questo tipo di approccio con le pogone vitticeps. Se volete tenere in esterno i vostri draghi barbuti nei mesi più caldi e permettergli di godere dei benefici del sole diretto allestite un terrario da esterno, che sia a prova di fuga o di predatori e che abbia una zona in ombra.

Infine ricordate che molte persone hanno paura dei rettili o provano un vero e proprio senso di ribrezzo; rispettate gli animali e il prossimo evitando di girare per strada o in pubblico con il vostro drago barbuto.