FAQ

Pensavo di aver gestito correttamente il mio terrario ma due delle mie pogone sono morte. Le tenevo in giardino in una teca con una zona esposta al sole per il basking e le nutrivo quotidianamente. La scorsa notte ne ho trovate due morte con ancora del cibo in bocca. Avevano ingerito degli insetti.

Molto probabilmente gli insetti in questione erano delle lucciole. Se ingeriti questi insetti possono causare la morte degli animali nel giro di poche ore. Evitate di esporre i terrari all’aperto negli orari notturni.

Alcuni amici mi hanno detto che che gli spinaci e i cavoli sono dannosi per i draghi barbuti. Ma i miei sauri li adorano. Posso continuare a somministrarli?

Tutti i vegetali contengono sostanze che possono essere utili nella dieta dei nostri draghi barbuti ed altrettante che invece possono risultare dannose. La cosa importante è variare la dieta ed integrarla con calcio e vitamine. Continua pure a somministrare spinaci e cavoli ai tuoi animali ma questi devono costituire una piccolissima parte della dieta base.

Ho acquistato una coppia di pogone circa un mese fa. Inizialmente mangiavano molto e crescevano velocemente. Ma oggi uno di loro aveva delle convulsioni mentre l’altro aveva le dita dei piedi piegate. Cosa è successo?

Anche in questo caso ci troviamo di fronte a una carenza di calcio. I piccoli di pogona vitticeps mangiano molto e crescono rapidamente ed è importante in questa fase integrare la loro dieta con calcio e vitamina D3. Inoltre è fondamentale l’irradiazione costante ai raggi UV-B.

Credevo di aver allestito un ottimo terrario per il mio drago barbuto. La temperatura nella teca è di 27° con una lampada UV-B. Lo nutro regolarmente due volte al giorno con grilli di adeguate dimensioni che spolvero con il calcio e le vitamine. La scorsa settimana ho notato che l’animale ha iniziato ad avere delle convulzioni ed il mio veterinario ha diagnosticato una carenza di calcio. Dove ho sbagliato?

La carenza di calcio in un drago barbuto non è dovuta esclusivamente a problemi strettamente alimentari ma può insorgere anche nel caso di illuminazione o temperature inadeguate. In questo caso specifico sarebbe consigliabile creare una zona calda ed una fredda. Le temperature andranno dai 21-24° fino ai 34° del punto caldo.

La mia pogona vitticeps stava bene finché, lo scorso Novembre, ha iniziato a nascondersi e ha smesso di alimentarsi. Sono preoccupato, temo possa essere malata.

Molto probabilmente il tuo drago barbuto è andato in letargo. Ma visto che molti dei comportamenti legati a questo particolare periodo, come la scarsa attività e l’inappetenza, possono sembrare segnali di malessere meglio rivolgersi ad un veterinario sopratutto se è la prima volta che assistete al fenomeno.

E’ possibile far crescere un drago barbuto senza utilizzare dei neon UV-B?

Diversi allevatori sostengono sia possibile far crescere una pogona vitticeps integrando una dieta ben bilanciata con il giusto mix di vitamine e sali minerali, ricchi di calcio e vitamina D3. Ma sicuramente non è una pratica che può andar bene per un lungo periodo. L’esposizione ai raggi UV-B è indispensabile per mantenere alti i livelli di vitamina D3 che consente un corretto assorbimento del calcio nelle ossa. Quindi ogni teca andrà equipaggiata con appositi neon o spot a raggi uv-b. Ovviamente se avete la possibilità di esporre i vostri draghi barbuti direttamente ai raggi del sole nei mesi più caldi meglio ancora.

Possiedo una coppia di giovani pogone in una teca di 120x90x70 cm con un faretto spot da 75w. Gli animali non sono minimamente interessati al cibo e passano la maggior parte del tempo a dormire. Devo portarle dal veterinario?

No, almeno non ancora. Questa situazione evidenzia un errato settaggio del terrario. I draghi barbuti sono animali diurni e sono fortemente influenzati dai raggi del sole e in quindi dalla luce. Una teca di queste dimensioni equipaggiata esclusivamente con uno spot da 75w risulta sicuramente buia e fredda. La mancanza di appetito è una delle conseguenze dirette della scarsa illuminazione della teca. Non dimenticate di equipaggiare il vostro terrario con una fonte di calore idonea e un neon UV-B.

Ho da poco acquistato un piccolo drago barbuto con una teca di 50x25x30 cm fornita di lampada spot da 100w. Il piccolo è stato bene un paio di settimane poi è morto. Cosa è successo?

Anche questo è uno scenario abbastanza frequente. Come già detto le dimensioni della teca non sono adeguate per ospitare un drago barbuto ed inoltre il faretto spot da 100w è sovradimensionato. Svilupperà una temperatura superiore ai 50° dalla quale l’animale non riuscirà a sottrarsi e finirà per essere arrostito. Non dimenticate che nel terrario non dovrà mai mancare una zona “fredda” nella quale i draghi barbuti potranno rifuggiarsi dal caldo eccessivo.

Ho acquistato una pogona un paio di mesi fa e l’ho alloggiata in una teca di 50x25x30 cm che mi è stata venduta completa di faretto spot e roccia riscaldante. I primi giorni non ho avuto problemi poi il piccolo drago barbuto ha iniziato a comportarsi in modo strano e ha smesso di nutrirsi. Dopo alcuni giorni è morto. Cosa è successo?

Questa situazione è molto frequente quando la teca dove alloggiamo i piccoli di pogona vitticeps non è sufficientemente grande. All’inizio quando l’animale è di piccole dimensioni cercherà naturalmente le fonti di calore. Successivamente quando sarà cresciuto non riuscirà a sottrarsi al calore in uno spazio così ristretto. Comincerà prima ad ansimare a bocca aperta cercando di termoregolarsi, successivamente smetterà di nutrirsi e infine, dopo essersi surriscaldato, morirà. Fate attenzione alla scelta del terrario, alle sue dimensioni e al corretto settaggio.

Il mio drago barbuto presenta feci scure con la parte finale completamente bianca. E’ normale o devo preoccuparmi?

E’ perfettamente normale. I draghi barbuti, come la maggior parte dei rettili, espellono in forma semi-solida gli acidi urici invece che in forma liquida. Questo permette loro di eliminare i rifiuti azotati conservando però l’acqua. Quindi una pogona che espelle feci scure con la parte finale bianca è molto probabilmente un’animale sano.